Freiburg Im Breisgau, così è il suo nome originario, più semplice per noi chiamarla Friburgo in Brisgovia, è un adorabile cittadina tedesca, situata nella regione del Baden-Wuttemberg, nella Germania del sud, da non confondere con l’omonima città svizzera di Friburgo.

Immersa tra le sue verdi vallate e riscaldata dai suoi tiepidi raggi del sole (infatti dicono essere tra le città più soleggiata e calda di tutta la Germania), è la meta scelta e preferita per visitare la grande foresta nera.

Friburgo è nota soprattutto per essere la sede di una delle più famose università tedesche, fondata nel 1457 e scelta da tantissimi studenti stranieri per il loro Erasmus. Quindi appena arrivati cosa noterete? Di essere una città giovanile, dall’animo frizzante. Il ricordo più nitido di Friburgo è quello di aver visto una miriade di ciclisti e una infinità di bici, in ogni angolo della città, sembrando di essere in una piccola Amsterdam! Davvero sbalorditivo… e quindi fate attenzione dove mettete i piedi se non volete che un ciclista vi investa!

Ci siamo ritrovati a visitare questa città in seguito a un tour che abbiamo fatto in Alsazia, altrimenti non sarebbe mai e poi mai rientrata nei nostri programmi di viaggio… ma vi assicuriamo che merita davvero una visita, che sia per un intera giornata, o per poche ore.

Per arrivare in città abbiamo noleggiato un’auto all’aeroporto di Karlsruhe/Baden-Baden dove siamo atterrati, arrivando circa dopo poco più di un’ora. Comunque l’altro aeroporto di riferimento è il Basilea-Mulhouse-Friburgo, il più vicino, dove atterra Easyjet. Per gli alloggi invece il consiglio è quello di prenotare in anticipo, in quanto gli hotel sono piuttosto costosi, ma ci sono buone camere in diversi ostelli della gioventù, ne troverete tanti, dove alloggiano diversi ragazzi universitari.

Cosa vedere in un giorno

La visita inizia dopo aver attraversato il Wiwili Brücke con sullo sfondo la veduta della chiesa cattolica di Herz Jesu, arrivando fino alla Bertoldstaße, ricca di negozi di ogni genere, ottima per lo shopping e dove noterete il Theater Freibeurg, un edificio in stile neo classico, in netto contrasto con l’edificio alla sua destra, in stile futuristico, dove ha sede la biblioteca universitaria.

Questo punto è il centro degli incontri universitari, ma anche l’inizio del centro storico, l’Altstadt, visitabile interamente a piedi, vagando tra i piccoli vialetti ciottolati, percorsi dai Bächle, piccoli canalini d’acqua, fatti costruire anticamente dagli abitanti del posto, per avere l’acqua potabile vicino le case. È solo alla fine del novecento che furono chiusi, grazie alla presenza delle macchine, ma oggi dopo aver reso il centro storico interamente pedonale, i bächle sono ritornarti in uso, ma solo come attrazione turistica, rendendo il centro storico unico nel suo genere.

Il fulcro della vecchia città medievale è la sua Cattedrale, imponente e maestosa, interamente costruita in pietra arenaria rossa e formata da un altissima torre campanaria in stile gotico, è tra le più belle di tutta la Germania. La costruzione iniziò dal 1200 e finì dopo 350 anni circa, finanziata interamente dai cittadini di Friburgo. L’ingresso è gratuito, e la cosa più bella da ammirare sono le sue vetrate istoriate, coloratissime, assolutamente originali, infatti questa cattedrale è tra le poche costruzione tedesche a non essere distrutta durante la seconda guerra mondiale.

La Münsterplatz, la piazza dove è inserita la cattedrale, è il luogo dove ogni mattina viene allestito il tipico mercato tedesco, con i suoi fiori e le tipiche specialità gastronomiche, quindi se siete lì in mattinata, fateci un salto!

L’altro edificio sicuramente da notare sulla piazza è il palazzo del commercio e della dogana, finemente decorato e in colore rosso mattone, in sintonia con la cattedrale.
Come ogni città medievale che si rispetti, anche Friburgo ha le sue porte d’ingresso: la Martinstor, la porta di San Martino, e la Schwabentor, la porta degli svevi, dedicata a un ricco mercante svedese che innamorato della città voleva acquistarla, ma senza riuscirci!

Friburgo vanta anche altre curiosità: quella di avere ben due municipi, l’Alte Rathaus e il Neue Rathaus, affacciati sulla piazza del municipio; due bellissimi palazzi collegati tra loro da un corridoio coperto. A poca distanza dalla piazza, su Franziskanerstraße, vedrete la casa della balena, anche essa di colore rosso, e con un elegante portico in stile gotico: è qui che, soggiornò Erasmo De Rotterdam, teologo e filosofo tedesco, dove scrisse presumibilmente il suo opera più famosa, l’Elogio alla Follia.

Ma qual è il quartiere più giovanile dove gli universitari trascorrono le loro serate? Il quartiere di Gerberau. Un quartiere pittoresco, dall’anima antica. Era il quartiere degli artigiani, quello dei conciatori e dei fabbri, dove gestivano le loro antiche botteghe, vicino a piccoli canali. Oggi i giovani, dopo giornate stressanti tra studio e lavoro, vengono qui a rilassarsi, sorseggiando una buona birra tedesca nei tanti biergarten.

Vogliamo segnalarvi un birrificio, davvero molto suggestivo e tipicamente tedesco, il Hausbrauerei Feierling, in prossimità di Augustinerplatz, la seconda piazza più famosa di Friburgo.
Qui viene servita esclusivamente birra artigianale, prodotta da loro stessi, buonissima e molto leggera, insieme a piatti tipici, come i wurstel, le polpette o gli spatzle.
Che dire di Friburgo?
È una cittadina troppo carina, dove il concetto di vera cittadina tedesca e pienamente centrato. Dove ti immagini tutte le mattine, di prendere la bici e attraversare i sui canali e le sue piccole viuzze, prima di andare a lavoro, o magari per andare al mercato a fare la spesa, qui dove i profumi e la tradizione si fondono, rendendo questa città un luogo ideale dove poter vivere ed essere felici!